Parco della Pellerina

Parco della Pellerina

Insieme a Eleonora, Sandra e Gianmarco ho avuto il piacere di una bella giornata tiepida per provare questo percorso. Il Parco della Pellerina, meta di molti runner, si rivela essere un ottima meta per i nordic walkers. Il percorso da noi seguito ricalca grosso modo il perimetro più esterno del parco. Ampie stradine sterrate, brevi tratti in asfalto, possibilità di praticare un po’ di allenanti saliscendi su sentiero. Ce n’è davvero per tutti i gusti. Ed è assolutamente adatto alla tecnica del nordic walking.

Parco della Pellerina: il percorso

Giunti al parcheggio di Corso Appio Claudio, all’altezza del semaforo pedonale, non lontano dalla passerella elicoidale che conduce a corso Mont Grappa, si lascia l’auto per imboccare la strada asfaltato che corre a fianco dei campi di calcio. Imboccata a sinistra la prima sterrata visibile, si prosegue sotto la vigile attenzione degli alberi secolari che popolano il Parco della Pellerina fino ad una collinetta che guarda la Dora.

La si aggira per seguire il fiume e ci si porta sulla sponda opposta per il tratto che costeggia via Pietro Cossa e quindi corso Regina Margherita. Si costeggano poi i laghetti e, poco dopo le cascine del parco, si imbocca uno dei ponticelli sulla Dora per tornare al punto di partenza. Il percorso descritto può essere variato a piacere percorrendo le varie stradine e sentieri interni che vanno da un punto all’altro del percorso più esterno. Il Parco della Pellerina si presta a fantasiose divagazioni.

Consigli

Il Parco della Pellerina è uno spettacolo naturale nel cuore della città. Ricca di punti di ristoro, fontanelle e chioschi dove prendere un caffè o un vero e proprio pasto di ottimo livello. Offre diversi punti attrezzati dove praticare esercizio fisico o panchine per prendere fiato. Meglio non avventurarsi la sera tardi o al mattino molto presto in solitudine.

Total distance: 5233 m
Max elevation: 263 m
Min elevation: 228 m
Total climbing: 376 m
Total descent: -401 m