Da Ponte Isabella alla Maddalena

Da Ponte Isabella alla Maddalena: un itinerario per allenamenti intensi.

Il percorso che vi proponiamo, prima tappa dell’Anello Verde, è riservato a praticanti ben allenati perché:

  • spesso molto ripido
  • a tratti assai sconnesso
  • in caso di piogge recenti, molto fangoso
  • richiede talora un approccio da vero e proprio trail
  • lungo 16 km tra andata e ritorno
  • necessaire caviglie salde e un po’ di esperienza

In compenso però, per almeno la metà è fattibile in tecnica nordic walking, ed è immerso nel verde della collina. Inoltre, è molto allenante, nella sua alternanza tra momenti di impegno aerobico e veri e propri strappi più impegnativi. D’altra parte, se è vero che il nordic walking significa benessere a tutte le età, è vero anche che può essere un perfetto mezzo per cercare la prestazione fisica.

Da Ponte Isabella alla Maddalena: la meta

Uno dei luoghi più cari ai torinesi, il parco della Maddalena e la sua vetta sono una scoperta continua di essenze e particolarità naturali. Oltre a presentarsi come magnifico balcone panoramico sulla città!

Vetta della Maddalena Faro della Vittoria

Da Ponte Isabella alla Maddalena: il percorso.

Lasciamo l’auto nel parcheggio di viale Boiardo o viale Marinai d’Italia (è zona blu, a pagamento) e attraversiamo il ponte Isabella portandoci su corso Moncalieri. Andando in direzione del centro di Torino, dopo un centinaio di metri troviamo l’ingresso di Parco Leopardi. E iniziamo a sudare sulla bella strada in salita! Al termine di essa, ecco le indicazioni dei sentieri della collina, che continueremo a seguire senza possibilità di errore, fino alla vetta (sentiero 16). Il tratto più impervio lo troviamo poco dopo l’inizio del sentiero vero e proprio. Bisogna infatti costeggiare un rivo che scorre tra balzi e grosse pietre, prestare attenzione alle scivolate!

Da Ponte Isabella alla Maddalena: trivia.

Alla partenza e nel Parco della Maddalena si trovano fontane per abbeverarsi. In alcuni tratti si possono ammirare notevoli sopravvivenze architettoniche. Grandiosi gli scorci sulla città. Se percorso al mattino molto presto, non è insolito l’incontro con la fauna selvatica del parco.

Distanza totale: 8609 m
Altitudine massima: 724 m
Altitudine minima: 223 m
Totale salita: 850 m
Totale discesa: -374 m