Atto Costitutivo e Statuto

ATTO COSTITUTIVO DI ASSOCIAZIONE

L’anno duemiladiciotto il giorno 1 del mese di Maggio alle ore 20,30 in Nichelino, Via Rossini n° 43/4 – si sono riuniti i signori sotto elencati:

Roberta Sole Palazzini, nata il 13 Maggio 1972 a Torino (TO) e residente in Nichelino – Via Rossini 43/4,

Codice Fiscale PLZRRT72E53L219D

Anna Maria Allocco, nata il 23 Luglio 1960 a Torino e ivi residente in Via Bava, 12

Codice Fiscale LLCNMR60L63L219I

Maurizio Ferro, nato il 26 Ottobre 1979 a Torino (TO) e ivi residente in Torino – Corso Francia, 161

Codice Fiscale FRRMRZ79R26L219Q

I sopra citati, tutti cittadini italiani, con il presente atto convengono e stipulano quanto segue:

Articolo 1:

E’ costituita L’Associazione sportiva dilettantistica e culturale denominata ”Bien Marcher A. S. D.” la cui sede viene stabilita in Nichelino – Via Rossini 43/4.

Articolo 2:

La durata della Associazione è illimitata a partire dalla data di costituzione.

Articolo 3:

Oggetto e finalità dell’Associazione sono dettagliatamente descritti agli articoli 2 (due ) e 3 (tre) dello Statuto Sociale che qui si deve intendere letteralmente riportato e trascritto. Il citato statuto che si compone di 35 (trentacinque) articoli a questo atto si allega, previa lettura ed approvazione dei presenti, per formarne parte integrante e sostanziale;

Articolo 4:

I presenti si riferiscono alle norme di legge in materia e alle norme contenute nel detto statuto per tutto quanto riguarda la vita della Associazione;

Articolo 5:

I presenti riuniti in assemblea, procedono alla elezione delle cariche sociali e risultano eletti ad unanimità di voti a componenti

il CONSIGLIO DIRETTIVO i soci signori:

PALAZZINI Roberta Sole Presidente

FERRO Maurizio Vice Presidente

ALLOCCO Anna Maria Segretario Tesoriere

I presenti dichiarano di accettare la carica senza alcuna riserva.

Letto, approvato e sottoscritto dai presenti:

Torino, 1 maggio 2018

STATUTO DELLA ASSOCIAZIONE

Bien Marcher A.S.D.”

Art.1costituzione

E’ costituita l’Associazione sportiva dilettantistica e culturale ”Bien Marcher A. S. D.”, la cui sede viene stabilita nel comune di NICHELINO

Art. 2 – oggetto dell’associazione

L’Associazione è un’istituzione a carattere autonomo, libero, apolitico ed aconfessionale e non ha fine di lucro; l’Associazione inoltre si uniforma, nello svolgimento della propria attività, a principi di democraticità della struttura, di uguaglianza dei diritti per tutti gli associati e di elettività delle cariche associative.

L’associazione potrà esplicare la propria attività sull’intero territorio nazionale ed anche all’estero. Ha per oggetto la pratica Culturale e Sportiva dilettantistica dello sport nelle varie discipline: Nordic Walking, Fit Walking, Camminata Sportiva, Camminata Meditativa, Camminata e rinforzo muscolare, e-bike, Escursionismo, nonché lo svolgimento di attività didattica con lo scopo di svolgere le attività inerenti lo sviluppo psico fisico dell’individuo, con particolare cura degli aspetti legati al benessere, alla riabilitazione, all’attività sportiva e all’attività outdoor, al team bulding aziendale, alle attività di aggregazione, socializzazione e crescita dei gruppi e dell’individuo attraverso l’attività fisica e il benessere generale della persona a contatto con l’aria aperta. Si prefigge di dedicare particolare attenzione all’avviamento verso le suddette discipline di giovani, anziani e soggetti socialmente o fisicamente svantaggiati.

L’Associazione si conforma alle norme e alle direttive degli organismi dell’ordinamento sportivo, con particolare riferimento alle disposizioni del CONI, nonché agli Statuti ed ai Regolamenti delle Federazioni sportive nazionali o dell’ente di promozione sportiva cui l’Associazione si affilia mediante delibera del Consiglio Direttivo

L’Associazione è affiliata alla ASI – Associazioni Sportive e Sociali Italiane, il cui Statuto e Regolamento si impegna a rispettare e far rispettare ai propri associati e collaboratori. L’Associazione si impegna, inoltre, a rispettare e a far rispettare le norme e la disciplina prevista dal CONI.

ART. 3 – scopo della Associazione :

A) contribuire allo sviluppo culturale e civile dei cittadini, della democrazia e della solidarietà nei rapporti umani, alla pratica ed alla difesa delle libertà civili;

B) favorire l’estensione di attività culturali, sportive e di forme consortili tra circoli e le altre associazioni democratiche, con obbligo di accettare incondizionatamente, anche per i propri organizzati, le norme statutarie e regolamentari del C.O.N.I. e delle Federazioni Sportive o Enti di Promozione Sportiva e Discipline Associate a cui intende Affiliarsi impegnandosi ad accettare e ad eseguire le decisioni dei suoi Organi;

C) avanzare proposte agli enti pubblici, ai consigli di scuola e di istituto per una adeguata programmazione culturale sul territorio.

D) organizzare iniziative, servizi, attività culturali, sportive, turistiche, ricreative atte a soddisfare le esigenze dei soci. e) gestire impianti sportivi, attività turistiche, di spettacolo, ambientali, ricreative, assistenziali.

F) organizzare, nell’ambito della propria sede e per i propri soci, servizi accessori quali: spaccio con la somministrazione di alimenti e bevande, anche alcoliche e super alcoliche, curandone direttamente o indirettamente la gestione.

G) Per attuare, inoltre, le finalità istituzionali, l’Associazione potrà organizzare gare, concorsi, stage, manifestazioni ed altre iniziative specifiche, miranti alla promozione, al coordinamento e alla pratica, anche a scopo formativo, del nordic walking, fit walking, camminata sportiva, e-bike, escursionismo, camminata meditativa e delle discipline sportive collegate.

ART. 4 – Soci

Il numero dei Soci è illimitato. All’Associazione possono aderire tutti i cittadini di ambo i sessi. Tutti i Soci sono uguali ed hanno gli stessi diritti e gli stessi doveri.

Possono essere soci dell’Associazione tutti coloro che ne condividono le finalità ed i principi ispiratori e ne accettino lo Statuto. Il rapporto associativo e le modalità associative sono volte a garantire l’effettività del rapporto medesimo; pertanto la partecipazione alla vita associativa non potrà essere temporanea.

Fra gli aderenti all’Associazione esistono parità di diritti e di doveri.

ART. 5 – criteri di ammissione dei soci

Per essere ammessi a socio è necessario presentare domanda al CONSIGLIO DIRETTIVO indicando:

a) nome e cognome, luogo e data di nascita, residenza;

b) di attenersi al presente Statuto ed alle deliberazioni degli organi sociali; (per i minorenni la domanda deve essere sottoscritta da un genitore o da chi ne fa le veci).

ART. 6 – domanda di ammissione

La presentazione della domanda di ammissione dà diritto immediato all’aspirante socio di usufruire dei servizi riservati ai soci fino a quando non riceverà eventuale diniego alla domanda di ammissione.

Le domande di ammissione a socio presentate da minorenni dovranno essere controfirmate dall’esercente la patria potestà. Il genitore che sottoscrive la domanda rappresenta il minore a tutti gli effetti nei confronti dell’Associazione e risponde verso la stessa per tutte le obbligazioni dell’associato minorenne.

All’atto del rilascio della Tessere Sociale il richiedente, ad ogni effetto, acquisirà la qualifica di Socio per un intero anno sociale; non sono ammessi Soci temporanei.

E’ compito del Consiglio Direttivo dell’Associazione ratificare o meno tale istanza al massimo entro 30 giorni. Nel caso la domanda venga respinta l’interessato potrà presentare ricorso motivato al presidente del Consiglio Direttivo sul quale si pronuncia in via definitiva l’assemblea dei soci. Le dimissioni da socio vanno presentate per iscritto al Consiglio Direttivo dell’Associazione.

ART. 7 – diritti dei soci

I soci ed i loro familiari hanno diritto di frequentare i locali dell’Associazione e di partecipare a tutte le manifestazioni Culturali e Sportive indette dall’Associazione.

Tutti i soci maggiorenni godono, del diritto di partecipazione alle assemblee sociali, nonché dei diritti dell’elettorato attivo e passivo, purché in regola con il pagamento delle quote associative.

I soci minorenni non hanno diritto di voto attivo e passivo, come meglio specificato nell’art. 16 del presente Statuto.

I soci che abbiano presentato domanda di ammissione, godono del diritto di voto solo trascorsi tre mesi di calendario dalla data di ratifica della domanda ad opera del Consiglio Direttivo.

ART. 8 – doveri dei soci

I soci sono tenuti:

a) al pagamento della tessera sociale;

b) alla osservanza dello statuto, dei regolamenti interni e delle deliberazioni prese dagli organi sociali, comprese eventuali integrazioni della cassa sociale con versamenti di quote straordinarie.

ART. 9 – esclusione dei soci

I soci sono espulsi o radiati per i seguenti motivi:

a) quando non ottemperino alle disposizioni del presente statuto, ai regolamenti interni o alle deliberazioni prese dagli organi sociali;

b) quando si rendono morosi nel pagamento della tessera e delle quote sociali. Il socio che senza un giustificato motivo sia in arretrato nel pagamento del rinnovo della tessera o delle quote sociali e non si mette in regola entro dieci giorni dall’avviso del Consiglio Direttivo, sarà senz’altro considerato dimissionario, fermo restando l’obbligazione pecuniaria per le cifre non pagate.

Il socio verrà altresì ritenuto dimissionario ove non provveda al risarcimento dei danni arrecati al materiale sociale, in conformità alle norme sancite dal regolamento, restando peraltro ferme le relative obbligazioni pecuniarie. Il Consiglio Direttivo, con propria deliberazione, può escludere dall’Associazione il socio la cui partecipazione al sodalizio venisse ritenuta moralmente non compatibile. In attesa della deliberazione definitiva, ove debba precedersi ad opportuna istruttoria, il Consiglio Direttivo ha facoltà di sospendere temporaneamente il socio da ogni attività dell’Associazione. Le espulsioni e le radiazioni saranno decise dal C. D. a maggioranza assoluta dei propri membri. I soci radiati per morosità potranno, previa apposita domanda, essere riammessi pagando una nuova quota di iscrizione. I soci espulsi potranno ricorrere contro il provvedimento nella prima assemblea ordinaria.

ART. 10Patrimonio Sociale

Il patrimonio sociale è indivisibile ed è costituito dalle quote associative, dai contributi, da lasciti e donazioni, dai proventi derivanti dalle attività organizzate dall’Associazione e da eventuali somme provenienti dal versamento di quote straordinarie, dal patrimonio mobiliare ed immobiliare di proprietà dell’Associazione; da fondi di riserva.

ART.11 – rimborso quote associative

Le somme versate per le quote sociali non sono rimborsabili in nessun caso. Le quote associative non sono trasmissibili fatta eccezione in caso di morte, rimanendo le stesse non rivalutabili.

ART. 12 Bilancio

Il bilancio comprende l’esercizio sociale dal 1° Gennaio al 31 Dicembre di ogni anno e deve essere presentato in assemblea entro il 30/4 dell’anno successivo.

ART. 13 – residuo di bilancio

Fermo restando il divieto di distribuire, anche in modo indiretto, utili o avanzi di gestione, salvo che la destinazione o la distribuzione non siano imposte dalla legge, il residuo attivo del bilancio sarà devoluto come segue: il 10% al fondo di riserva, il rimanente a disposizione per iniziative di carattere assistenziale, culturale, sportivo e per nuovi impianti o dotazioni. Quindi, è obbligo dell’Associazione di redigere ed approvare annualmente un rendiconto economico e finanziario, secondo le disposizioni di legge.

ART. 14 L’Assemblea

Le assemblee dei soci possono essere ordinarie e straordinarie e sono convocate con un preavviso di almeno 8 giorni mediante affissione di annuncio alla bacheca sociale, contenente l’ordine del giorno nonché la data, il luogo e l’ora dell’adunanza.

Possono intervenire all’Assemblea (ordinaria o straordinaria), con diritto di voto, tutti i soci maggiorenni purché in regola con il pagamento delle quote associative; a ciascun socio spetta un solo voto. I soci minorenni e coloro che ne esercitano la potestà genitoriale o la tutela hanno diritto di ricevere la convocazione dell’Assemblea e di potervi assistere, ma non hanno diritto nè di parola nè di voto attivo e passivo.

E’ ammesso l’intervento per delega da conferirsi per iscritto esclusivamente ad altro socio. Ogni socio non può avere più di una delega.

Le votazioni dell’Assemblea avverranno, su indicazione della stessa, per alzata di mano, per appello nominale o con voto segreto.

ART. 15 – assemblea ordinaria

L’assemblea ordinaria viene convocata almeno una volta l’anno per l’approvazione del rendiconto economico finanziario, nel periodo che va dall’1 Gennaio al 30 Aprile successivo.

L’Assemblea Ordinaria viene convocata ogni qualvolta se ne reputi la necessità per la delibera di quanto sotto esposto:

– approva le linee generali del programma di attività per l’anno sociale;

– elegge il Consiglio Direttivo;

– procede alla nomina delle Cariche Sociali;

– elegge la commissione elettorale composta da almeno 3 membri che propone il nome dei Soci candidati e controlla lo svolgimento delle elezioni;

– approva il rendiconto economico/finanziario consuntivo e l’eventuale preventivo;

– approva gli stanziamenti per iniziative previste dal presente statuto;

– delibera su tutte le questioni attinenti alla gestione sociale.

ART. 16 – Assemblea straordinaria

L’assemblea straordinaria è convocata:

  • tutte le volte che il Consiglio Direttivo lo reputi necessario;

  • allorché ne facciano richiesta motivata almeno 2/3 dei soci in regola con le obbligazioni sociali di qualsiasi natura.

L’assemblea dovrà avere luogo entro 15 giorni dalla data in cui viene richiesta.

Essa decide sulla modifica dello statuto.

ART 17 – ordine del giorno

L’ordine del giorno potrà essere integrato su richiesta scritta di almeno 5 soci. Detta richiesta dovrà essere inoltrata direttamente alla Presidenza in tempo utile per le necessarie attività.

ART. 18 – costituzione dell’assemblea

In prima convocazione l’assemblea, sia ordinaria che straordinaria, è regolarmente costituita con la presenza di metà più uno dei soci. In seconda convocazione l’assemblea, sia ordinaria che straordinaria, è regolarmente costituita qualunque sia il numero degli intervenuti e delibera a maggioranza assoluta dei voti dei presenti su tutte le questioni poste all’ordine del giorno. La seconda convocazione può avere luogo a partire da un’ora dopo la prima.

ART. 19 – modifiche allo statuto

Per le delibere sulle modifiche da apportare allo statuto, sullo scioglimento o sulla liquidazione dell’Associazione, si applicano le maggioranze di cui all’art. 18.

ART. 20 – votazioni

Le votazioni possono, a scelta del presidente, avvenire per alzata di mano o a scrutinio segreto. Non sono ammesse deleghe.

ART. 21 – svolgimento dell’assemblea

L’assemblea, tanto ordinaria che straordinaria, è presieduta da un presidente nominato dall’assemblea stessa.

Il presidente nomina un segretario, che provvederà a redigere il verbale dell’assemblea.

ART. 22 – il Consiglio Direttivo

Il C. D. è composto da un minimo di 3 e fino ad un massimo di 13 Consiglieri eletti fra i soci. Il C. D. dura in carica 4 anni e i suoi membri possono essere rieletti.

ART. 23 – ufficio di Presidenza

Il Consiglio elegge al proprio interno il Presidente, il vice – Presidente, il Segretario, e fissa le responsabilità gli incarichi degli altri Consiglieri in ordine all’attività svolta dall’Associazione per il conseguimento dei propri fini sociali. Il Presidente, il vice – Presidente e il Segretario compongono la Presidenza.

E’ riconosciuto al consiglio il potere di cooptare altri membri fino ad un massimo di un terzo dei propri componenti. Le funzioni dei membri del Consiglio Direttivo sono esercitate a titolo gratuito e saranno rimborsate le sole spese inerenti l’espletamento dell’incarico. E’ fatto divieto agli amministratori di ricoprire cariche sociali in altre associazioni sportive nell’ambito della medesima disciplina.

ART. 24 – riunioni del C. D.

Il Consiglio Direttivo si riunisce ogni 30 giorni e straordinariamente ogni qualvolta lo ritenga necessario la Presidenza o ne facciano richiesta 1/3 dei Consiglieri.

In assenza del Presidente la riunione sarà presieduta dal Vice Presidente; ove il Vice Presidente sia impedito nell’esercizio delle proprie funzioni, lo sostituisce il Consigliere che abbia maggiore anzianità di iscrizione nell’ Associazione; a parità di anzianità di iscrizione, le mansioni sono attribuite al Consigliere più anziano d’età.

ART. 25 – compiti del C. D.

Il Consiglio Direttivo deve:

  • redigere i programmi di attività sociale sulla base delle linee guida approvate dalla Assemblea dei soci;

  • curare l’esecuzione delle deliberazioni dell’Assemblea;

  • redigere i bilanci;

  • compilare i progetti per l’impiego del residuo del bilancio;

  • stipulare tutti gli atti e contratti di ogni genere inerenti alla attività sociale;

  • formulare il regolamento interno da sottoporre alla approvazione della assemblea;

  • deliberare circa l’ammissione, la sospensione, la radiazione e la espulsione dei soci;

  • favorire la partecipazione dei soci alle attività dell’Associazione.

Il Consiglio Direttivo può avvalersi di responsabili nonché di commissioni di lavoro da esso C. D. nominati. Detti responsabili possono partecipare alle riunioni del Consiglio Direttivo con voto consultivo.

ART. 26 – delibere del C. D.

Le deliberazioni sono prese a maggioranza di voti, con prevalenza del voto del Presidente in caso di parità.

ART. 27 – validità delle riunioni del C. D.

Le riunioni sono valide quando siano presenti almeno 3 Consiglieri.

ART. 28 – Il presidente

Il Presidente ha la direzione e la legale rappresentanza del sodalizio . In caso di assenza o di impedimento del Presidente tutte le di lui mansioni spettano al vice presidente. Convoca il C. D. e l’assemblea, li dirige, fa emettere i mandati di pagamento, vidima i processi verbali del Consiglio e dell’Assemblea; firma tutta la corrispondenza che viene spedita dall’Associazione; soprintende alla esecuzione di quanto deliberato.

ART. 29 – Il Vice Presidente

Il Vice Presidente coadiuva il Presidente e lo sostituisce in caso di assenza o di impedimento. Ove il Vice Presidente sia impedito nell’esercizio delle proprie funzioni, lo sostituisce il Consigliere che abbia maggiore anzianità di iscrizione nell’associazione; a parità di anzianità di iscrizione le mansioni sono attribuite al Consigliere più anziano d’età.

ART. 30 – Il Segretario Tesoriere

Il Segretario interviene a tutte le riunioni del Consiglio Direttivo e:

  • redige i processi verbali;

  • custodisce l’archivio sociale;

  • tiene la corrispondenza;

  • redige gli avvisi ai soci;

  • emette, su ordine della Presidenza, i mandati di pagamento.

ART. 31 – compiti del Segretario

Alle Assemblee generali, a quelle del Consiglio Direttivo, il Segretario da lettura del Processo Verbale della seduta antecedente e dopo approvato lo trascrive. Il Segretario compila di norma tutti gli atti dell’Associazione.

ART. 32 – Scioglimento dell’Associazione

La decisione di scioglimento dell’ Associazione deve essere presa dalla maggioranza di almeno 3/5 dei soci presenti all’Assemblea, che si considera a tal fine validamente costituita unicamente nel caso in cui risulti presente almeno il 50% del corpo sociale.

ART. 33 – devoluzione del patrimonio

In caso di scioglimento, l’Assemblea delibera con la maggioranza prevista dall’art. 32 di devolvere l’eventuale patrimonio residuo ad altre associazioni con finalità analoghe, o salvo diversa destinazione imposta dalla legge.

Art. 34 – Tutela dei dati personali

In ottemperanza al Regolamento UE 2016/679 in materia di protezione dei dati personali, i dati raccolti dalla Associazione verranno utilizzati solo ed esclusivamente per le finalità proprie della Associazione ed eventuali altri utilizzi avverranno solo dietro esplicito consenso degli interessati.

ART. 35 – Disposizione finale

Per tutto ciò che non è espressamente previsto dal presente statuto si applicano le disposizioni previste dallo statuto e regolamenti del Coni,

Federazione o Ente di Promozione Sportiva e/o Enti di Promozione Sociale a cui l’Associazione e affiliata ed in via residuale le norme del Codice civile e dalle leggi vigenti in materia.

il CONSIGLIO DIRETTIVO i soci signori:

PALAZZINI Roberta Sole Presidente

FERRO Maurizio Vice Presidente

ALLOCCO Anna Maria Segretario Tesoriere

I presenti dichiarano di accettare la carica senza alcuna riserva.

Letto, approvato e sottoscritto dai presenti:

Torino, 1 maggio 2018